Trattiamo il Burn-out!

STRESS? CONFUSIONE MENTALE?

Troppo stress limita la nostra vita!

Non è detto si tratti di Burn-out ma..

..stai vivendo un periodo di stress in cui gli impegni, i pensieri, le ansie e le paure si accavallano al punto tale da non riuscire a svolgere nemmeno le attività di routine senza commettere errori o di dimenticarti impegni importanti?

Vivi un periodo in cui insonnia, apatia, sintomi fisici fastidiosi “sparsi”, negativismo, sensazioni di fallimento, stanchezza cronica, sbalzi d’umore, ed altri vari problemi sono quotidiani ?

Questo stato incide negativamente sulle relazioni coi famigliari, coi colleghi, con gli amici.. incide negativamente sul lavoro.. sulla salute.. e, anche se attorno a te la gente fa fatica a comprenderti, …

..NON E’ COLPA TUA!!

In questo periodo l’ideale sarebbe farsi aiutare e delegare ad altri parte degli impegni, ma non sempre è possibile.

Si cerca di fare il possibile, l’impossibile e anche qualche miracolo. Ci mettiamo inoltre una buona dose di “ansie” create dall’esterno con notizie sempre negative che prendiamo dagli altri o dalle varie trasmissioni in TV. Spesso, tra l’altro, mancano le gratificazioni in tutto quello che facciamo, il che fa aumentare il livello di stress, accelera il processo di “esaurimento”.

Ecco.. Il “burn-out” sta bussando alla porta.

Il piede è sempre sull’acceleratore del nostro sistema nervoso autonomo. Il sistema presto si ribellerà.

Ci sono tanti piccoli accorgimenti da adottare, ma in quel momento chi è in pieno burn-out, non vede soluzioni e, soprattutto, non le accetta! Pensa che tutto dipenda da lui/lei e che non si possano allentare i ritmi.

Un primo passo è quello di rallentare, ritagliandosi qualche pausa nella giornata. Mettere queste pause in agenda come fossero impegni inderogabili come gli altri. Una sorta di “svuotare il vaso” prima che trabocchi. Tanto poi tornerai a riempirlo!

Alle volte durante dette pause, chi è in pieno burn-out, “vede la luce”! Si rende conto che “così non va” e si attiva a porre rimedio.

Si, l’importante è cominciare a pensare “finirà! Andrà meglio! Ci sarà presto una svolta!” e cominciare anche a farsi domande importanti per dirigere il focus mentale verso “la luce”.

Domande tipo “perché capitano tutte a me?” o “cosa ho fatto di male nella vita per meritarmi questo?” non fanno altro che aumentare lo stato di ansia. Bisogna invertire la rotta. “Cosa ho vissuto di bello e utile oggi?”, “cosa mi accadrà di utile e bello domani?” , “in che modo riuscirò a risolvere i miei problemi’” … sono le domande base sulle quali, di certo, ci si può lavorare in maniera più mirata, ma sono convinto che avrai capito il senso del discorso!

Se non si riesce da soli, meglio chiedere aiuto, perché le leggi biologiche e fisiologiche vincono su tutti gli impegni.

La corda presto si romperà e ci si ammalerà.

Decidere di cambiare rotta e spegnere l’incendio che hai dentro”.. ecco, questo invece ..

..DIPENDE ESCLUSIVAMENTE DA TE!

Se stai continuando a leggere questo articolo può essere che tu sia interessato all’argomento e chiamato in causa in prima persona.

Decidi ORA di agire!

Come cambierà il tuo approccio al quotidiano potendo disporre di maggior energia, lucidità mentale, assenza di dolori ricorrenti? Come vivrai le tue relazioni in ambito di coppia, famiglia, lavoro?

Già solo farsi un’idea chiara del cambiamento è di per se una terapia. Il detto recita “non esiste vento favorevole per una nave che non ha un porto di destinazione”… Indirizziamo la nostra nave verso un porto stimolante!

Trattamento Burn-Out

Il mio aiuto in questi casi consiste nel trattamento specifico mirato, con tecniche cranio-sacrale biodinamico miste ad allentamento delle tensioni fisiche con manualità dolci.

I miglioramenti ci sono e si vedono fin da subito. I ritmi si addolciscono e si normalizzano, portando la persona verso l’allineamento alle onde cerebrali di tipo Alfa. Il corpo rilascia tensioni, le emozioni bloccate tornano a fluire liberamente.

Col trattamento andremo a sbloccare le somatizzazioni, permettendo quindi al corpo di funzionare meglio e recuperare energia fisica e mentale. Non entro nel discorso tecnico, perché se deciderai di diventare un mio assistito, avrai le risposte a tutte le tue domande.

Chi viene da me per questo trattamento, spegne il cellulare prima di entrare nella stanza, lascia fuori tutti i pensieri “inutili al momento” e si lascia completamente andare ad un ora di rigenerazione.

1 ora di trattamento “burn-out” = diversi giorni di beneficio

quindi .. diversi giorni di beneficio = capacità di recupero

quindi.. capacità di recupero = miglior gestione degli eventi

Pian-piano che si eseguono trattamenti, in genere si diventa coscienti del problema da risolvere alla base. Si riescono a trovare le cause, le soluzioni e le risorse alle quali attingere per risolvere le sfide e aggirare gli ostacoli che prima sembravano insormontabili. 

Non ti risolvo io i tuoi problemi, ti aiuto a ritrovare la lucidità mentale e l’energia per uscire dal tuo personalissimo tunnel.

Si dice “non esistono persone senza risorse, esistono invece stati d’animo tali da impedire alle presone di attingere alle risorse in loro possesso”

DOMANDE RICORRENTI

Devo raccontarti le mie ansie?

Assolutamente NO! Non è una seduta di psicoterapia. Intervengo sui danni inconsci ma tangibili, sul corpo… e il corpo parla in maniera molto chiara per chi lo sa ascoltare. Nel corpo risiede l’inconscio ed io è con lui che interagisco. Verbalmente spesso si cerca di trovare una logica causa ad un malessere, ma in realtà le cause possono essere lontane. Diciamo che CONSCIAMENTE dobbiamo trovare una scusa plausibile al nostro problema. Non ho gli strumenti e le competenze per lavorare sul piano psicologico, ma ho le armi per aiutarti sbloccare la tua mente.

Serviranno più sedute?

SI, seppure i benefici sono evidenti già dalle prime 2/3 sedute, solitamente consiglio di fare almeno un ciclo di 10.

NB: la prima seduta potresti inconsciamente “sabotarla” (seppur in minima parte) da solo; il motivo? Programma inconscio di difesa. Alla prima seduta in pochi riescono veramente a mollare le zavorre; la mente andrà a localizzarsi sui miei punti di contatto restando sul “programma allerta”. Non mi conosce, non sa cosa sto per fare, ascolta e contrae spasmodicamente i muscoli. Se capita, non preoccuparti… già dalla seconda seduta si lascierà trattare senza ostacoli.

Con che cadenza verranno effettuate le sedute?

Le prime 3/4 sedute suggerisco una cadenza settimanale, per poi andare ad allungare i tempi tra un trattamento e e il successivo a 10/15/20 giorni di distanza in base soprattutto alla risposta.

Quindi devo fare un percorso di circa 4 mesi? Ci vuole così tanto?

Il percorso è molto breve in realtà, molto più veloce del processo messo in atto per arrivare al burn-out! Già dopo il primo mese ti renderai conto di avere ritrovato maggior benessere ed energia. Per esperienza vedrai che sarai tu a voler continuare a venire, tuttavia, arrivando almeno ad un ciclo di 10 sedute, riusciremo a lavorare anche sui “blocchi” più antichi, i quali emergeranno solo in un secondo momento, cioè quando le altre priorità terapeutiche svaniscono. Spesso comunque i miei assistiti chiedono di poter continuare anche oltre. Inutile anticipartelo: finché non avrai provato restano solo teorie.

Costi?

Il primo trattamento burn-out solitamente è più lunga in quanto effettueremo alcuni test kinesiologici che mi impegnano circa 30 minuti in più, quindi la prima seduta ha un costo di 90€…

Tuttavia, in questo particolare periodo che stiamo attraversando, lascio invariato il costo a 60€ intervenendo comunque con tutto il tempo a me necessario. Consideriamolo un omaggio di ben venuto. (leggi fino a fondo pagina, troverai un’atra agevolazione)

Successivamente, quindi, i costi della singola seduta saranno 60€ con possibilità di ottenere delle grandi agevolazione economiche attraverso l’acquisto anticipato di trattamenti arrivando ad ottenere fino al 30% di sconto.

Se decido di cominciare con la prima seduta, cosa dovrei fare?

CONTATTAMI: inviami una mail a matteo@matteomeletti.it oppure chiamami al 3386000039 .. alle volte potrei non rispondere poichè sono impegnato con un trattamento CONSIGLIO quindi di usare whatsapp o sms.. basta che mi scrivi il nome, il motivo del contatto e un orario approssimativo in cui posso richiamare senza disturbarti o, se preferisci non essere contattato telefonicamente, risponderò tramite messaggi.

Trovi sul sito tutti i “pulsanti” per contattarmi (a fondo pagina o a lato a seconda se stai usando un telefono, un tablet o un pc)

VUOI OTTENERE UNO SCONTO ULTERIORE ALLA PRIMA SEDUTA?

Come avrai letto, invece di 90€ a tutti estendo LA PROMOZIONE per tutto il periodo “emergenza covid” ribassando a 60€ il primo appuntamento. Inoltre, se dopo aver preso informazioni, decidi di effettuare la seduta e prendere appuntamento, pagando anticipatamente il trattamento (cioè nell’immediato*) con carta di credito , riceverai ulteriori 15€ di sconto.. pagherai quindi 45€ anzichè 90€ (50% di sconto sulla prima seduta!!!)

COME PAGARE?

CLICCA QUI” e verrai indirizzato al pagamento sicuro Sumup.

Devi inserire i tuoi dati (nome,cognome, mail, telefono) e accettare il trattamento dei dati personali NON per mio uso ai fini di marketing MA POICHE’ obbligatorio per legge sui pagamenti on-line e non dipende da me (non verranno utilizzati ne, tantomeno, salvati)

(*POSTILLA: Chiaramente valido solo per chi paga al momento della prenotazione e non al momento dell’esecuzione del trattamento. Questa precisazione la devo fare perché mi sono capitati troppi casi di “non avevo capito, mi fai lo sconto lo stesso vero?”

NO! Per favore, se non avete pagato in anticipo non mi chiedete di farvi lo sconto aggiuntivo! C’è un motivo se faccio questa promozione, è un’opportunità da cogliere, non ci sono possibilità di trattative; pagamento in studio il giorno del trattamento costa 60€)

Per afferrare questa offerta…