MASSAGGI/TERAPIE

Osteopatia(1)Il massaggio non si sostituisce alla medicina allopatica  ma può essere parte integrante di terapie già in atto, si sposa con tutte le discipline e non ha effetti collaterali. Da 0 a 10 ad ogni massaggio si ha come minimo un punto di miglioramento e la sua efficacia è indiscussa.

Le tecniche che vengono utilizzate sono tantissime, e praticamente impossibile racchiuderle e schematizzarle perchè le domande che fa il corpo umano sono numerosissime ed ogni persona è diversa da tutte le altre … ad ogni domanda c’è una risposta diversa quindi (in sintesi) per ogni singolo problema possono mal di schienaaprirsi diverse tecniche di risposta ed ogni massaggio è diverso dall’altro.

Amo però distinguere i massaggi i due macrocategorie e non mischio le tecniche poichè incompatibili tra loro… talvolta può succedere che utilizzo tecniche “antistress” in un trattamento per risolvere problemi fisici solo ed esclusivamente perchè ho rilevato che il problema principale è a livello emozionale… capita e anche di sovente, che il problema fisico sia una somatizzazione di uno stato mentale.

  1. PROBLEMATICHE FISICHE quali possono essere dolori articolari, mal di testa ricorrenti, mal di schiena, lombalgia, cervicalgia, sciatalgia, problematiche di tipo viscerale, problematiche del ciclo mestruale, ecc
  2. PROBLEMATICHE DELLO STRESS MENTALE quali possono essere insonnia, sbilanciamenti umorali, ansia, attacchi stressdi panico, nevrosi di vari livelli, depressione, paure e fobie, ecc

Altre informazioni circa i massaggi e le terapie fisiche le trovi sul menù alla pagina dedicata agli “attrezzi” ed i relativi sottomenù

Il massaggio prima di tutto!

Ogni volta che un cliente mi contatta con un qualsiasi obiettivo di benessere, mi espone il suo problema, con ipotetiche cause ed ipotetiche soluzioni.

Dopo aver ascoltato ciò che è il suo punto di vista mi espongo con un “facciamo un massaggio e vediamo”

Di fatto il corpo conosce la storia meglio di noi, bisogna solo decifrare la sua comunicazione, a volte chiara, a volte un po’ meno.

Oggi io, liberatomi dalla presunzione e dall’egocentrismo,  preferisco agire in maniera Biodinamica, lasciando cioè spazio all’immenso dono che è l’auto-guarigione… il mio ruolo è passato in pratica da “attivo esecutore induttore di guarigione” ad “attivo ascoltatore testimone di guarigione” e, pare a molti assurdo, l’efficacia del metodo basato sulla mindfullness e la biodinamica risulta decisamente superiore ai precedenti sistemi

Be Sociable, Share!