Mangiare è come fumare? (provocatorio)

Leggi il titolo dell’articolo e mi dai del pazzo ignorante.

Ottimo inizio!

Come si può paragonare il “mangiare” coi il “fumare”?

Il primo è vitale il secondo mortale.

In effetti ho fatto il “furbetto”: il titolo serve a richiamare l’attenzione ma lascia che ti spieghi meglio il pensiero.

Tutti noi abbiamo sentito parlare delle emozioni legate al cibo, giusto? Così per estremizzare un problema emozionale può portare ad anoressia, bulemia, obesità, alcoolismo, ecc… (anche l’alcool è una cosa che ingeriamo)

Il fatto è che, senza arrivare alla patologia, oltre a mangiare per sopravvivere, anzi, per il vivere alla grande col pieno di energia c’è un movente alla ben preciso al sovradosaggio. Sono le emozioni. Il cibo ci da energia, ma c’è una quantità oltre la quale il corpo comincia a spendere troppe energie per digerire, depurarsi, svuotarsi.. ed una quantità dove addirittura non riesce più a “smaltire”..  e così invece di fare il pieno di energie, facciamo il vuoto.

Spesso mangiamo per noia, per nervoso, stress, solitudine, dispiacere..ma anche per euforia, ed altro.

Così come col fumo si fa fatica a “smettere” con il cibo vale la stessa cosa.. e il cibo uccide più del fumo…

Esagerato? Niente affatto! La qualità del cibo che introduciamo oltre alle quantità, ci porta ad “ingolfare” i reni, intasare la circolazione sanguigna, ostruire i dotti biliari, sfibrare l’intestino, ulcerare le pareti gastriche…ecc!

Fa una ricerca su internet… digita su google “malattie da sovralimentazione” e vedrai. (oppure chiedi al tuo medico!)

Trattare l’alimentazione conta poco se non si lavora sulle proprie emozioni.

TI SERVE UN OBIETTIVO MOTIVANTE!!!

Questo è il primo di una serie di articoli.. se sei interessato reta connesso… alla fine capirai che la maggior parte dei tumori e delle malattie provengono dal sovraddosaggio alimentare (e dalla sua qualità) più che dal fumo (e vuol dire tanto, visto che il fumo è risaputo essere fortemente cancerogeno)

Grazie per la lettura!

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *