Mamma mia che mal di testa!

Uno dei disturbi più frequenti della società occidentale. Chi almeno in sporadiche occasioni non ha mai provato dolore alla testa? Esiste un 20% della popolazione per il quale il mal di testa non è occasionale bensì sgradevole compagno di viaggio e nonostante i continui tentativi di liberarsene il  fastidio continua a ripresentarsi. È un disturbo, un sintomo che origina da diverse cause e si manifesta in diverse forme. Ma il cervello con le sue membrane di rivestimento non sono dotate di recettori sensoriali che riconoscono il dolore, nel mal di testa infatti le parti interessate sono strutture quali arterie cerebrali o craniche, i nervi, la cute del cranio. Quando quest’ultime sono sottoposte a tensioni, stiramenti, compressioni, a processi infiammatori si scatena il mal di testa. Da tenere in considerazione che anche quando distretti lontani sono sottoposti a tali stress possono sollecitare le terminazione della testa. Fondamentale quindi risulta essere rintracciarne le cause. Il dolore funziona da campanello d’allarme, è un amico,  come una spia che ci segnala sul cruscotto del nostro veicolo che manca l’olio… e l’olio manca nel motore… non nel cruscotto!!! Possiamo eliminare la spia (con antidolorifici specifici) rischiando di ledere però il nostro motore. Il dolore ci indica uno squilibrio che il nostro corpo non è più in grado di compensare
Cefalea muscolo-tensiva
Uno dei più frequenti mal di testa, originato dall’irritazione delle terminazioni nervose che fuoriescono dalle vertebre cervicali. Disfunzioni della colonna o tensioni muscolari sub-occipitale possono causare una compressione dei nervi che a loro volta provocano una ulteriore tensione muscolare. Stress, paure, traumi sono le principali cause; spesso anche mal occlusioni dentali possono responsabili di tensioni muscolari sub-occipitali.
Emicrania
Con questo sintomo si intende un disturbo di carattere vascolare che oltre al dolore, spesso molto forte, è associato a nausea e disturbi visivi. Può derivare da cause simili alla cefalea muscolo-tensiva  o stress in quanto la contrattura della muscolatura del collo o la tensione nervosa associata allo stress provoca un’iperstimolazione simpatica con conseguente alterazione circolatoria
Mal di testa da malocclusione
Anche piccoli squilibri nella posizione dei denti o l’abitudine a stringerli possono produrre gravi squilibri sull’assetto delle ossa del cranio favorendo tensioni ai muscoli masticatori con conseguente mal di testa o disturbi oculari.
Mal di testa da turbe digestive
Durante i processi digestivi si possono formare sostanze che svolgono un’azione tossica sull’organismo, provocando fastidiosi mal di testa o un senso di pesantezza. Si possono verificare anche in seguito all’ingestione di alimenti non tollerati dal nostro organismo. (intolleranza alimentare
Mal di testa, cosa fare.
Riposo, eliminazione delle scorie, riduzione delle tensioni emotive risultano essere un ottimo rimedio. Bisogna però affidarsi ad operatori esperti che possano agire direttamente sulle cause mediante utilizzo di tecniche assolutamente non invasive per non andare ulteriormente e sollecitare un organismo già molto in tensione. Il Wellness Coaching associato a tecniche cranio-sacrali e alla kinesiologia risulta essere il rimedio più veloce ed efficace.
 
Chiama ora per prenotare la tua visita gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *